Servizio navette Matera – Bari Palese: un cortocircuito istituzionale blocca le corse

Il servizio di trasporto passeggeri tra Matera e l’aeroporto di Bari Palese bloccato da un’empasse istituzionale. Il Comune di Matera avrebbe le risorse per garantire il servizio, ma manca il bando di gara provinciale.

È un paradosso istituzionale quello di cui è vittima il servizio di navette tra Matera e l’aeroporto di Bari Palese. Un cortocircuito, tra Comune di Matera, Provincia e Regione Basilicata che sta paralizzando un servizio che, mai come quest’anno, potrebbe essere utile alla ripresa del turismo, specie quello interno. Nei giorni scorsi un incontro in Regione dal quale ne è uscito l’ennesimo nulla di fatto. Il nodo gordiano è da ricercare nell’esclusione del servizio navetta per l’aeroporto dal servizio di trasporto pubblico locale che, tra l’altro, già vive momenti difficili dopo la sentenza del TAR che stabilito che la Regione Basilicata deve a Cotrab, consorzio trasporti aziende Basilicata, ben 20 milioni di euro.
Il Comune di Matera, infatti, avrebbe abbastanza denaro a disposizione per finanziare il servizio fino a maggio 2022 ma non ha la possibilità di istruire un bando di gara in quanto la titolarità del servizio spetta alla provincia. La Provincia di Matera, però, ha bisogno di una delibera autorizzativa alla Regione, la Regione dalla sua afferma di non avere competenza respingendo al mittente la richiesta.
Intanto dal primo luglio le 2 navette, finanziate dalla regione puglia, hanno ripreso il servizio, le 3 finanziate dalla Regione Basilicata e le 7 del Comune di Matera sono rimaste ferme ai box. Gli unici a pagare il prezzo dell’empasse, però sono i turisti che vogliono, anche in tempi di pandemia, visitare la città dei Sassi.

Francesco Gucci