Automotive. Nasce Stellantis da fusione FCA-PSA. A Melfi piena produttività

Si chiamerà Stellantis il nuovo colosso dell’automotive frutto della fusione tra la FCA e PSA. Intanto, nello stabilimento lucano SATA di  Melfi si va verso la ripresa produttiva per tutti i 7.400 lavoratori

 

Si chiamerà Stellantis il nuovo colosso dell’automotive frutto della fusione tra il gruppo l’italo-statunitense con sede in Olanda FCA e il francese PSA.

 

L’annuncio è arrivato nelle scorse ore lungo il percorso avviato il 18 dicembre scorso dalla Combination Agreement, stando a quanto comunicato, attraverso il pieno coinvolgimento del senior management delle due società e con supporto di Publicis Group. Stellantis – dal latino “essere illuminato di stelle” è il corporate brand, seguirà la presentazione di un vero e proprio logo per sancire l’identità della nuova holding, stando ai dati, sicuramente in positivo. In termini di fatturato, infatti, le realtà quotano rispettivamente 108 miliardi di euro dichiarati nel 2019 e 74,03 mld nel 2018.

 

Mentre il titolo segna disco verde in borsa, Fiat-Chrysler prevede che la fusione sarà completata entro la fine del primo trimestre 2021. Ciò nonostante è intenso il lavoro per valutare gli effetti della pandemia sul mercato automobilistico, a giugno con dati di vendita in Europa a -24,1%, meglio dei tre mesi precedenti, e le previsioni sull’impatto che potrebbe avere il gruppo.

 

Soddisfatti il presidente John Elkann e l’amministratore delegato Mike Manley, in una lettera ai dipendenti, con riferimento ad una fusione che “incarna – è scritto tra le righe – il coraggio e lo spirito visionario che hanno portato alla nascita dell’industria automobilistica oltre un secolo fa”.

 

Intanto, dal 19 luglio, fine della cassa integrazione e rientro per tutti i 7.400 lavoratori presso lo stabilimento SATA di San Nicola di Melfi. Nel sito lucano, più volte messo al centro delle strategie aziendali, riattivata la produzione dei motori sui modelli Renegade e 500 X. Previsti altri fermi il 25 e 26 luglio, oltre alle ferie estive dal 10 al 23 agosto.