Regione Puglia, pronta “Start” la misura a sostegno dei lavoratori autonomi, P. IVA e professionisti

Regione Puglia: dal 15 luglio in arrivo 2000 euro, una tantum, con procedura a sportello

La Regione Puglia presenta “Start”, la misura a favore dei lavoratori autonomi e delle P. Iva: dal 15 luglio verranno erogati 2000 euro a circa 60 mila lavoratori pugliesi

Previsti 2000 euro, una tantum, e con erogazione a sportello a partire dal 15 luglio. Presentata la misura della regione Puglia a sostegno dei lavoratori autonomi, P. IVA e professionisti. Si chiama Start la misura finalizzata a contrastare gli effetti negativi innescati dalla crisi epidemiologica Covid19.

START è una misura a sostegno verso una fascia di lavoratori in difficoltà: rappresenta una boccata di ossigeno a quanti professionisti iscritti agli ordini, sono rimasti fuori dagli interventi nazionali del bonus rilancio. Secondo le prime stime, potranno beneficiare della misura circa 60 mila pugliesi. Il sostegno è stato finanziato con 124 milioni di euro nell’ambito della manovra economica anti Covid19 messa a punto dalla Regione attraverso la riprogrammazione dei fondi europei (per un totale di 750 milioni di euro). Un aiuto per quei lavoratori autonomi e i liberi professionisti, esclusi – fino a questo momento – da qualsiasi forma di sostegno al reddito, ad eccezione della sovvenzione nazionale da 600 euro. Tra questi ci sono tanti giovani pugliesi ai primi anni della loro professione.

Con START la Regione Puglia ha pensato ad un bonus, ad un contributo una tantum, del valore di 2000 euro, da concedere tramite una procedura a sportello rapida e non competitiva. Si tratta di un contributo equo, che si può sommare al contributo nazionale. Start ha una importante missione di welfare perché si rivolge ad una fascia di nuovi poveri e lavoratori in condizioni di fragilità economica.