Turismo, Puglia: soffrono le strutture extralberghiere, tra calo di presenze e poche prenotazioni

Cinzia Capozza, portavoce Associazioni Extralberghiere Puglia: “Numeri in calo ma abbiamo fiducia nel futuro”

È il turismo uno dei settori che più soffrono per una stagione estiva all’insegna della paura e dello scetticismo. Sono gli effetti del Covid-19, la pandemia che ha spento l’entusiasmo dei vacanzieri e di chi preferisce non rischiare. In ginocchio, oltre ad alberghi e resort, ci sono anche le strutture extralberghiere. B&b, affittacamere e case vacanza che stanno subendo quest’anno un rallentamento nei ritmi di prenotazione e un significativo calo di presenze.

Le regole da seguire ci sono, per limitare al minimo il rischio di nuovi contagi. Ma in fondo sono semplici attitudini cui ospiti e host possono attenersi senza alcun problema. Basta avere un po’ di coraggio e di fiducia nel futuro.