Turismo, Quarto: “Subito iniziative per garantire rilancio a Matera”

“Richiedere ulteriori e significativi interventi economici al Governo”

 

E’ indispensabile non assistere inermi a questa situazione e richiedere ulteriori e significativi interventi economici al Governo. A dirlo in una nota è il consigliere regionale lucano di Basilicata positiva, Piergiorgio Quarto a riguardo della critiche condizioni versa il comparto turistico della città dei sassi a seguito dell’emergenza covid 19.

 

Un esempio potrebbe essere, un apposito decreto di ausilio che riguardi le città d’arte italiane, il tutto supportato dalla stessa Unione europea. Gli Interventi mirati devono riguardare; negozi, bar, ristoranti, botteghe in maniera tale che tutti gli esercizi commerciali possano riaprire subito. Il futuro di Matera dipende solo da noi, servono subito nuove importanti iniziative per rilanciare il settore”.

 

“Fondamentale – rincara Quarto – richiedere una grande disponibilità partecipativa a tutte le istituzioni politiche, che devono dimostrare di volere bene alla città e ai suoi cittadini. L’esperienza di Matera capitale europea della cultura 2019 è stata un’occasione straordinaria. Non si può rinunciare a priori – sottolinea Quarto – a quanto di buono fatto fino ad oggi. Bisogna continuare a portare a conoscenza di milioni di persone i valori, i costumi, la cultura della più che millenaria tradizione contadina materana. Bisogna riprendere il progetto, solo momentaneamente interrotto, perché siamo solo all’inizio dello sviluppo culturale e sociale del ‘brand’ Matera. E’ necessario lavorare per cercare di essere identificati ancora come il simbolo della rinascita dell’intero meridione, dei suoi valori, della sua dignità. Bene ha fatto l’Arcivescovo di Matera-Irsina,  monsignor   Giuseppe Caiazzo, a rivolgere una lettera aperta ad operatori turistici e turisti stessi. Il messaggio  di valenza fideistica invita tutti ad avviare politiche di rilancio. L’augurio condiviso, conclude il consigliere regionale – è che il peggio sia ormai alle spalle e che tutti, animati da buoni propositi, intraprendiamo un cammino nuovo, con un futuro migliore, positivo, più roseo”