Coldiretti Puglia, ponte del 2 giugno: -80% di presenze in agriturismo

Sono le stime di Terranostra Puglia, che al contempo registra segnali di ripresa per luglio e agosto

 

Per il primo ponte primaverile post lockdown, la maggior parte dei pugliesi non sceglie l’agriturismo. Coldiretti Puglia stima un calo dell’80% di presenze per i giorni a ridosso del 2 giugno. I dati sono calcolati rispetto allo scorso anno, sulla base delle prenotazioni in occasione dei giorni a ridosso della Festa della Repubblica, indicate da Terranostra, che però al contempo annuncia timidi segnali di ripresa, sia di turisti italiani che stranieri, per luglio e agosto.

 

“L’agriturismo – spiega Filippo De Miccolis, presidente di Terranostra Puglia – contribuisce in modo determinante al turismo di prossimità per la riscoperta dei piccoli borghi e dei centri minori nelle campagne e garantiscono il rispetto delle distanze, una delle richieste principali dei turisti che chiedono garanzie circa spazi e misure di sicurezza”.

 

“Nella fase 2 – continua De Miccolis – si stanno riprendendo anche se a rilento le prenotazioni dei vacanzieri italiani e stranieri a luglio e ad agosto, con la clientela storica che addirittura sta scegliendo di allungare i periodi di pernottamento”.