Turismo in Basilicata, le proposte di Confguide Matera al presidente della Regione

Confguide Matera invia al Presidente della Regione Basilicata e alle istituzioni locali una proposta di Protocollo anti-contagio per lo svolgimento delle attività di visita guidata in zone di interesse culturale e naturalistico della Regione Basilicata.

La recente diffusione del contagio da Covid-19 ha duramente colpito il comparto turistico regionale, di cui le guide turistiche, che ConfGuide-Confcommercio Matera si pregia di rappresentare, sono una delle realtà economiche e professionali di maggior importanza, vedendo impiegati da anni centinaia di giovani e meno giovani professionisti ed esperti del patrimonio storico artistico, archeologico, antropologico e naturalistico della Regione Basilicata.

“In questa delicata fase di ripresa” scrive Confguide “siamo fiduciosi che la nostra Regione, che ha registrato tra i numeri più bassi di contagi, possa diventare meta privilegiata di chi vorrà concedersi qualche giorno di vacanza. Si tratta di un’opportunità fondamentale per dare un po’ di ossigeno al comparto economico, così tanto provato dai mesi di lockdown”.

Considerando la natura stessa del lavoro delle guide turistiche, che tiene a lungo e stretto contatto con altre persone provenienti dai luoghi più disparati, nell’attuale situazione tale attività potrebbe rappresentare un potenziale rischio per la salute delle stesse guide, nonché per i visitatori.

Per contrastare la pandemia da covid-19 e garantire la sicurezza e la salute degli operatori e di tutti, cittadini e i visitatori, ConfGuide Matera ha sottoposto all’ attenzione del Presidente della Regione Basilicata e delle istituzioni territoriali un Protocollo Speciale di Sicurezza, dedicato al lavoro delle guide turistiche, da seguire nello svolgimento di visite guidate, sia da parte delle guide abilitate sia da parte dei visitatori, nel rispetto delle indicazioni prescritte dal DPCM 17 maggio 2020.
Tale documento soggetto a tutte le modifiche necessarie in base all’evoluzione dell’emergenza epidemiologica e in coerenza con le misure di contenimento del contagio stabilite dai successivi provvedimenti nazionali e regionali, prevede delle linee guida da tener presente durante lo svolgersi delle visite guidate, prevedendo un numero massimo di partecipanti, privilegiando pagamenti elettronici, garantendo il distanziamento e sociale, l’uso di mascherine, l’uso di sostanze alcoliche per la detersione delle mani e non solo, al fine di preservare l’immagine della Lucania come destinazione sicura e dei lucani come cittadini responsabili.