Crisi viaggi. Potenza, agenzie protestano: settore abbandonato, ora i fatti

“Rispetto al commercio e similari, gli operatori dei servizi non potranno contare su entrate immediate, rimandate nei casi più fortunati solo al 2021. Siamo in crisi e abbandonati”.

A dirlo è Lea Bruberi, referente FIAVET Potenza, sulla decisione di chiusura delle agenzie di viaggi nel capoluogo lucano.

Solo oneri e nessun aiuto concreto, il settore è in ginocchio. E’ forte il grido d’allarme che arriva dalle agenzie di viaggio di Potenza, inevitabilmente bloccate dall’emergenza Covid-19 ed unite a non aprire i battenti fino a quando mancheranno garanzie per programmare. Rispetto alla vendita di oggetti e similari, infatti, gli operatori non potranno contare su entrate immediate, rimandate nei casi più fortunati solo al 2021. A giugno previste forme di protesta, sostenute dalla Federazione Italiana Associazioni Imprese di Viaggi e Turismo.