Confapi Matera ricorda lo storico direttore Franco Stella intitolandogli la Sala Conferenze

Il 13 maggio, ricorrerà il primo anniversario della scomparsa prematura del direttore Franco Stella, per quarant’anni alla guida di Confapi Matera

L’Associazione, nel corso di una breve cerimonia alla presenza dei familiari più stretti alle ore 17.00, gli intitolerà la Sala Conferenze della sede di piazza Mulino scoprendo una targa.

L’ufficio di Presidenza di Confapi Matera, nel più rigoroso rispetto delle misure di sicurezza anticontagio, incontrerà per l’occasione la moglie e i figli del direttore Franco Stella, per una commemorazione dell’uomo e del dirigente del sistema confederale.

“Purtroppo” ricorda in una nota l’associazione “le restrizioni imposte dall’epidemia di COVID-19 non consentono lo svolgimento d’incontri assembleari. Per questo motivo, la cerimonia sarà seguita in diretta streaming sul sito internet Materasocial.live o attraverso la pagina Facebook Materasocial, al fine di consentire la partecipazione a tutti gli associati. Sono previsti anche collegamenti e videomessaggi dei vertici della Confapi nazionale e dell’Arcivescovo di Matera e Irsina, Mons. Giuseppe Caiazzo”.

“Franco Stella era il decano dei Direttori Confapi” dichiara l’attuale presidente Massimo De Salvo “per la durata della sua permanenza nella Confederazione. Domani lo ricorderemo sia come dirigente, per la grande eredità che ha lasciato al sistema delle Piccole e Medie Industrie del Paese, sia come uomo e come amico personale di tantissimi di noi, per la sua particolare dedizione al lavoro e la sua grande disponibilità a risolvere i problemi degli imprenditori, che egli non ha mai lasciato soli nelle difficoltà”.

“In questo anno trascorso” aggiunge il direttore Vito Gaudiano “abbiamo cercato di dare continuità al patrimonio di associati, di relazioni e di amicizie che ci ha lasciato come testimone. Lo stiamo facendo, come ci ha insegnato, con la stessa passione e con lo stesso impegno che hanno contraddistinto i lunghissimi anni della sua dirigenza dell’Associazione”.