Primo maggio a Bari, la Cgil nel nome di Di Vittorio: “Preservare il lavoro al tempo del Coronavirus”

Il segretario pugliese del sindacato: “Il nostro omaggio nonostante tutto, non vanno dimenticate le lotte dei lavoratori”

Il lavoro è una conquista, oggi come cent’anni fa. Un valore che va difeso e preservato, nel ricordo di chi ha combattuto sempre per ottenere quei diritti per i lavoratori che oggi, forse troppo, diamo per scontati. In un primo maggio particolare, segnato dalle limitazioni imposte dall’emergenza Coronavirus, la CGIL ha voluto comunque portare il proprio omaggio a Bari alla lapide in piazza Chiurlia che ricorda Giuseppe Di Vittorio, padre nobile del sindacato, nel luogo in cui sorgeva la Camera del Lavoro che nel 1922 lo stesso Di Vittorio difese dagli assalti fascisti.