Giannini: “Servirà un nuovo piano dei trasporti per gestire i tempi dopo l’emergenza Covid”

L’assessore ai trasporti della Regione Puglia: “Orari sfalsati per uffici, scuole e negozi per diminuire il traffico”

 

Un nuovo piano di mobilità, con orari scaglionati, che possa dividere i tempi della scuola, del lavoro e dei negozi. Questa l’idea dell’assessore ai trasporti della Regione Puglia Giovanni Giannini, che pensa a una rivoluzione che però sarà condizionata dalle decisioni del governo. “Tutto andrà concertato con i sindacati, i ministeri e la Confindustria. In conferenza Stato-Regioni è stato formato un gruppo tecnico che ha il compito di predisporre alcune proposte. Ma non essendo possibile aumentare le corse, è evidente che il trasporto pubblico dovrà mettersi al servizio di una nuova organizzazione sociale per continuare a garantire la mobilità sulla base di criteri o principi diversi.

 

Ovvero una diversificazione degli orari di funzionamento delle città, degli uffici e delle scuole che non potranno più essere sovrapposti». Dal momento che le risorse per ulteriori corse sono difficili da trovare, l’idea sarebbe dunque quella di un’ottimizzazione delle corse per diminuire il traffico. “Il tpl è un servizio – dice l’assessore regionale ai Trasporti, Gianni Giannini – e cambierà insieme all’organizzazione sociale del Paese. Ma già possiamo dire che nulla sarà più come prima”.