Bari, “treni più veloci anche al Sud”: appello lanciato dall’associazione “L’isola che non c’è”

Guardare con maggiore attenzione alle infrastrutture trasportistiche del Mezzogiorno. Questo l’appello lanciato dall’associazione “L’isola che non c’è”, che nell’ambito della campagna “Vogliamo anche al Sud treni più veloci”, ha invitato i rappresentanti istituzionali e, in particolare, i sindaci della dorsale adriatica a sottoscrivere un appello da sottoporre poi al Governo e all’Unione Europea, avanzando alcune proposte per far sì che l’Italia, da nord a sud, si muova alla stessa velocità. Testimonial della campagna, l’artista pugliese Al Bano Carrisi.