Vertenza Ferrosud. Incontro dei sindacati con l’assessore Cupparo

Si gioca sull’asse Matera – Potenza – Roma, il futuro della Ferrosud: stabilimento del settore ferrotranviario, nato negli anni 60′ a cavallo tra Basilicata e Puglia e che sconta i duri effetti di una vertenza sia occupazionale che produttiva.

A Potenza, primo incontro con il neo assessore lucano in materia, Franco Cupparo, con partecipazione dei sindacati di settore, una delegazione di lavoratori e il direttore generale del Dipartimento Attività Produttive, Donato Viggiano, già presente ad altri tavoli per conto del passato governo regionale. Oltre a mettere al corrente il membro della giunta Bardi, l’incontro è servito per definire le pressioni da intraprendere nei confronti del governo nazionale.
Assente, la Ferrosud si è detta comunque fiduciosa sul buon esito. In un comunicato della Confapi di Matera, confermato il lavoro di rilancio e di riposizionamento sul mercato attraverso nuovi contratti “regolarmente sottoscritti – si legge tra le righe – con commesse per diversi milioni di euro e che riguardano la costruzione e la manutenzione di carrozze ferroviarie sia all’interno dello stabilimento di Jesce che in altri siti fuori regione.” Definito un atto di fiducia da parte dei committenti, l’azienda ha precisato che per effettuare questi lavori, necessita di ulteriore manodopera oltre a quella già in forza. Da qui la richiesta di collaborazione e coinvolgimento di tutti per far fronte, con un percorso condiviso, alle attività previste. Resta alta la soglia d’attenzione dei sindacati Fiom, Fim e Uilm di Matera. Chiedono di fare chiarezza su tempi e modalità di questa prospettiva annunciata con garanzie per i lavoratori.