Ammortizzatori in deroga, esito del tavolo di coordinamento lucano

La Regione Basilicata chiederà un’audizione ai presidenti delle Commissioni Lavoro della Camera e del Senato, Cesare Damiano e Maurizio Sacconi, “perché si autorizzi l’Inps a istruire le domande di pagamento di mobilità in deroga dei lavoratori cessati dalla mobilità ordinaria nell’anno 2015”.

L’impegno – secondo quanto reso noto dall’ufficio stampa della Giunta lucana – è stato “assunto dall’assessore regionale alle Politiche di sviluppo, Roberto Cifarelli, nel corso del tavolo di coordinamento per la gestione degli ammortizzatori in deroga”.

Nel corso della riunione, Cifarelli ha “ripercorso la vicenda relativa alla concessione del trattamento di mobilità in deroga a favore dei lavoratori cessati nell’anno 2015 dalla mobilità ordinaria a partire dalla nota del ministero del lavoro indirizzata all’Inps il 21 luglio scorso con la quale si autorizzava il pagamento delle relative indennità, nei limiti della capienza delle risorse”. Con una nota della Regione Basilicata inviata al ministero del Lavoro l’11 settembre scorso “abbiamo chiesto al Ministero del lavoro – ha proseguito l’assessore – di rivedere le ultime decisioni. Il 13 settembre ci è pervenuta la risposta che conferma la interpretazione data con la nota del 4 settembre. Speravamo in un diverso epilogo – ha concluso l’assessore – anche perché la vicenda è stata affrontata su diversi piani, compreso quello politico. Ma a una precisa richiesta del Coordinamento delle regioni il ministro Poletti non ha ancora risposto. Da qui la necessità di essere auditi dalle Commissioni Lavoro di Camera e Senato”.