A Bari arriva “Nello”, il pulmino della CGIL per i diritti ai pensionati

Ha fatto tappa a Bari, nei pressi de giardini Chiara Lubich, l’ufficio mobile per la tuttela dei dirriti ai pensionati. Si chiama “Nello”, il pulmino della CGIL, che dispensa servizi e competenze per i cittadini che vogliono conoscere lo stato di salute della loro pensione.”Nello” è un mezzo attraverso il quale il sindacato cerca di recuperare il suo rapporto verso i cittadini, portando in piazza i diritti, sopratutto quelli cui più stanno a cuore agli italiani, e tra i tanti, proprio la pensione.In Puglia a inizo 2017 sono state erogate dall’INPS complessivamente 1.345.971 pensioni.Ma proprio attraverso l’attenzione che il patronato INCA e SPI CGIL offre ai suoi iscritti e non, dal 2009, sono stati recuperati complessivamente in Puglia importi pari a 3milioni, 481mila e 275 euro.Questi alcuni dei numeri che sono stati dati durante il momento di confronto, dove i rappresentati dei sindacati hanno ribadito c’è bisogno di tornare in piazza, tra il popolo, per ascoltarli e aiutarli.“C’è un bisogno reale tra gli anziani di attenzione e di risposte – dice il segretario generale dello Spi Cgil Puglia,Gianni Forte. ConNellocercheremo di essere presenti soprattutto dove l’invecchiamento della popolazione è maggiore, dove i servizi di trasporto pubblico inefficienti rendono difficile rivolgersi ad un ufficio tradizionale. Vogliamo che i pensionati sappiano che lo Spi va a trovarli.Nello è stato a Vieste, nel foggiano, per due giorni, e i dati sono stati a dir poco sorprendenti. Il 75% di chi si è rivolto a noi ha avuto l’opportunità di avviare una pratica o inoltrare una domanda all’INPS per sciogliere dubbi o saperne di più e puntare ad ottenere quanto dovuto. Sono tanti, infatti, coloro che non sanno di avere diritto mensilmente a importi maggiori. A volte si tratta di diritti e che maturano in un momento successivo alla liquidazione della pensione perché – prosegue Forte – sono sorte nuove opportunità di tutela”.