Opera Don Uva Potenza. Incontro tra Universo Salute e sindacati

E’ previsto nelle prossime ore l’incontro tra i vertici aziendali della Universo Salute ed i sindacati di categoria per discutere della gestione dell’Opera Don Uva di Potenza, centro di riabilitazione interessato dal nuovo corso insieme alle sedi pugliesi di Foggia e Bisceglie. Da quanto si apprende, al centro del tavolo presso la sede potentina, si discuterà delle condizioni professionali che riguardano le circa 350 unità in organico. Passo importante per rilanciare definitivamente uno storico fiore all’occhiello per l’assistenza sanitaria lucana, negli ultimi anni condizionato da episodi di cronaca e sopratutto dall’inchiesta approdata al rinvio a giudizio di sette indagati e all’udienza preliminare per 14 persone tra infermieri, medici e operatori socio-sanitari, accusati di percosse e abusi sui pazienti.

Solo pochi giorni fa, è stata la stessa azienda – subentrata di recente – ha rendere noto “un grave episodio di maltrattamenti su una paziente” consumato nel turno serale del 10 ottobre. Stando al post facebook, avrebbe “riportato una grossa ecchimosi sulla palpebra inferiore sinistra”. Atto che sarebbe stato confermato dal danneggiamento della barra del letto, divelta con violenza, mentre sull’accaduto è in corso una indagine interna al seguito della quale si è provveduto a denunciare i fatti ai Carabinieri del NAS e alla Procura della Repubblica di Potenza.

Il tutto “in onore ai principi della legalità e della trasparenza che sono propri di Universo Salute, non laveremo i panni sporchi in famiglia” – aveva fatto sapere Gioacchino Rosa, dallo staff dell’amministratore Delegato della società.

Ad inizio ottobre, inoltre, la Universo Salute aveva denunciato la pubblicazione a mezzo stampa di una lettera minatoria, attribuita a presunti dipendenti, dal contenuto diffamatorio: all’interno, lanciate illazioni circa subentro alla guida dell’Opera Don Uva, sul quale è arrivata la pronta smentita e l’intenzione di tutelarne l’immagine.