Fisco locale. La Basilicata si avvicina alle regioni italiane col miglior rapporto “tasse – servizi”

Meno tasse, più servizi. La Regione ideale per ogni contribuente italiano è sicuramente quella che offre il miglior mix tra le due voci: pagare il minimo di tasse per ottenere il massimo dei servizi.

In Italia al momento non esiste Regione che ad un basso prelievo fiscale offra servizi al massimo dell’efficienza, però qualcuno che si avvicina al modello ideale c’è. Il Sole 24 ore ha incaricato il Centro Studi Sintesi di stilare una classifica delle Regioni più vicine all’equazione, e a sorpresa la Basilicata figura tra le prime cinque.

Nel 2017 “l’impresa” è riuscita all’Abruzzo che svetta grazie soprattutto alle performance sui fronti di ambiente e sicurezza seguita dall’Umbria, che lo scorso anno era al primo posto, le Marche (vincitrici nel 2014 e 2015) mentre la Basilicata risale di cinque gradini rispetto alla precedente elaborazione, per collocarsi al quinto posto (nella zona grigia ‘meno tasse – meno servizi). In coda invece la Valle d’Aosta, Calabria e Sicilia.

Per quanto riguarda il livello di tassazione, l’edizione 2017 non presenta significative variazioni rispetto all’anno scorso sul fronte del gettito tributario con tutte le regioni del Sud, e la Calabria all’ultimo posto.

Quanto al livello quali-quantitativo dei servizi pubblici, il Veneto conferma – per il secondo anno consecutivo – il gradino più alto mentre nella parte bassa troviamo ancora una volta la Calabria preceduta da Campania, Sardegna e Puglia.