Pietro Di Leo nominato Cavaliere del Lavoro, la soddisfazione della BPPB

Tra i 25 imprenditori nominati oggi Cavalieri del Lavoro dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella c’è anche Pietro Di Leo, “amministratore unico della Di Leo Pietro Spa, azienda nata nel 1860 ad Altamura (Bari) con stabilimento a Matera, impegnata nella produzione e commercializzazione di prodotti da forno. Pietro Di Leo è l’unico imprenditore lucano insignito di questa onorificenza”.

Di Leo è nato 56 anni fa, ad Altamura, in una famiglia di fornai da 11 generazioni. Dopo il diploma in Ragioneria, frequenta a Bologna e Milano presso l’Università Luigi Bocconi, corsi in management aziendale al termine dei quali, nel 1983, entra nell’azienda di famiglia avviando, di fatto, la modernizzazione digitale e tecnologica. Nel 1991 è protagonista, insieme al padre Domenico e allo zio Antonio, alla realizzazione del nuovo stabilimento nella Zona Industriale Jesce di Matera, rendendolo uno dei più automatizzati. Diviene, successivamente, dirigente occupandosi della gestione ricerca e sviluppo dei nuovi prodotti, e del costante miglioramento delle attività produttive, avviando una importante attività di marketing. Nel 2011 assume il ruolo di amministratore unico e, da quel momento, intraprende un importante percorso di crescita, che ha portato oggi l’azienda ad essere l’ottava marca a livello nazionale, quarta in area 4 Nielsen (Italia meridionale), seconda in Puglia e Basilicata e diventando leader nel comparto salutistico/integrale. Il fatturato nel 2016 è pari a 19,7 milioni raddoppiato negli ultimi cinque anni e il numero dei dipendenti è passato dalle 31 unità nel 2010 alle 48 del 2017.

Pietro Di Leo è anche membro del Consiglio di Amministrazione della Banca Popolare di Puglia e Basilicata, Pietro Di Leo, e infatti il presidente della BPPB, Leonardo Patroni Griffi commenta: “E’ per noi una grande gioia e motivo di grande soddisfazione la notizia che un nostro Consigliere sia stato insignito dell’onorificenza di Cavaliere del Lavoro. Si tratta di un giusto riconoscimento verso una carriera spesa interamente a favore dello sviluppo del territorio. Una dimostrazione di come sia possibile creare un’impresa leader a livello nazionale conservando e rafforzando il legame con il tessuto produttivo locale”.

Il Consiglio di Amministrazione e il Collegio Sindacale della BPPB sono unanimi nel dichiarare: “Abbiamo appreso con orgoglio l’assegnazione all’amico e Consigliere Di Leo di un titolo così prestigioso a conferma dell’impegno e passione profusi ogni giorno nella cura del proprio lavoro”.

Pietro Di Leo, ha portato avanti una tradizione che dura da undici generazioni. Nel 1983 entra nell’azienda di famiglia avviando di fatto la modernizzazione digitale e tecnologica. Nel 2011 assume il ruolo di amministratore unico e, da quel momento, intraprende un importante percorso di crescita, che ha portato l’azienda ad essere la 8° marca a livello nazionale, 4° in Italia meridionale e 2° in Puglia e Basilicata e diventando leader nel comparto salutistico integrale.

Attento alla formazione continua, ha ricevuto negli anni numerosi riconoscimenti. Per citarne solo alcuni: 2017 Le Fonti Awards premio dell’eccellenza Industria 4.0; 2016 XV Premio Menichella, per il suo mecenatismo imprenditoriale; 2015 Expo Premio Parola d’Impresa, Categoria Stampa; 2014 Premio Mediastars, riconoscimento tecnico della pubblicità italiana “Storia di Leo”. Ha ricoperto ruoli di spicco in Confindustria Basilicata Potenza e nell’Unione degli industriali di Matera.