Basilicata. CGIL lancia campagna referendaria per il lavoro

Liberare il lavoro, come fatto con i palloncini nelle piazze di tutta Italia. Con un gesto simbolico, la CGIL lancia la campagna referendaria per sollecitare il governo nazionale verso l’abrogazione dei voucher e per la responsabilità solidale in materia di appalti.

Una momento leggero, di festa – ha dichiarato in piazza Mario Pagano a Potenza il segretario generale del sindacato lucano, Angelo Summa – per sottolineare l’impegno nella battaglia per l’occupazione. #Conduesì, questo l’hashtag scelto, si punta a combattere precarietà e insicurezza che non risparmiano generazioni e che porta alla nascita di nuovi poveri.

Stessa iniziativa si è svolta in piazza Vittorio Veneto a Matera, dove il sindacato ha effettuato un volantinaggio per spiegare le motivazioni dei referendum. Sul fronte prettamente regionale, a quasi un anno dalla marcia dei diecimila, Summa ha invitato il governo ad aprirsi alle necessità territoriali.