Utilizzo Fondi UE. La commissaria Corina Cretu incontrerà i governatori: “al sud risultati deludenti”

Le problematiche e le prospettive legate ai fondi europei destinati al Mezzogiorno saranno al centro di una riunione prevista giovedì cui prenderanno parte tra gli altri anche i presidenti delle Regioni Puglia e Basilicata, oltre al sindaco Decaro, in veste di presidente nazionale Anci.

Negli ultimi mesi l’utilizzo dei fondi strutturali europei da parte dell’Italia ha registrato un’impennata positiva, ma i risultati che derivano dai progetti finanziati o cofinanziati con le risorse europee sono deludenti, specie nel Mezzogiorno, in termini di rilancio della crescita e dell’occupazione.

E’ questo in estrema sintesi il messaggio lanciato dalla commissaria Ue alle politiche regionali Corina Cretu a poche ore dalla sua partenza per l’Italia dove farà tappa anche a Pompei e Napoli e dove parlerà del tema dei fondi europei con i presidenti di otto regioni.

Ci saranno oltre ai rappresentanti istituzionali campani anche i presidenti delle Regioni Sicilia, Abruzzo, Molise, Puglia, Calabria, Sardegna e Basilicata. Sarà presente anche il sindaco di Bari Antonio Decaro in veste di presidente nazionale Anci.

La commissaria europea ha osservato che l’Italia ha fatto registrare un’impennata nel processo di selezione dei progetti e assegnazione dei fondi europei, ma nel Mezzogiorno restano ancora troppi i problemi legati alla pubblica amministrazione. Dal 13,6% di ottobre, a gennaio l’Italia è balzata al 33% nel tasso di progetti selezionati come beneficiari di fondi Ue.

Ma “siamo preoccupati per il Mezzogiorno”, ha spiegato Cretu. “C’è un problema di capacità amministrativa”, perché “nonostante così tanti fondi spesi” nel Meridione “non vediamo davvero la crescita e il lavoro che ci aspettiamo”.

La prima tappa del suo viaggio sarà il “grande progetto” di Pompei, che vale 105 milioni di euro. L’intenso programma prevede anche un “bilaterale” con il ministro per i rapporti con il mezzogiorno, Claudio De Vincenti e una cena con i presidenti delle Regioni.

Mentre l’incontro vero è proprio è previsto per venerdì 10 febbraio presso la Città della Scienza alle ore 10.00, dove ci sarà una conferenza di bilancio sui primi due anni della programmazione cui saranno presenti oltre al ministro De Vincenti, il presidente della Svimez Adriano Giannola e i governatori locali.