Cottarelli: “Qualcosa della mia spending review è sopravvissuto. Ma servono riforme strutturali contro un debito pubblico che schiaccia l’Italia”

L’ex responsabile della spending review a Bari per un convegno sulla politica fiscale e monetaria organizzato da Banca Popolare Pugliese e Arca SGR

La spending review è ancora d’attualità, soprattutto per cercare di ridurre il debito pubblico italiano che pesa come un macigno sulla ripresa economica nazionale. L’ex commissario alla spending review Carlo Cottarelli è intervenuto a Bari per un convegno sulla politica fiscale e monetaria.

Un piano ambizioso non completamente realizzato, ma che a distanza di più di due anni sembra dare qualche frutto. Il lavoro di Carlo Cottarelli, ex commissario alla spending review per meno di un anno sotto i governi Letta e Renzi, sollevò molte critiche per la proposta di tagliare circa 8 miliardi di spesa pubblica l’anno. Oggi che è ritornato a lavorare al Fondo Monetario Internazionale continua a spiegare quanto il debito pubblico blocchi la ripresa italiana, a causa di valori secondi in Europa solo alla Grecia. Cottarelli si è confrontato a Bari su temi di politica fiscale e monetaria insieme al professore di Economia Politica alla Bocconi, il materano Donato Masciandaro.

Un confronto organizzato da Arca SGR e da Banca Popolare Pugliese, che da istituto di credito del territorio vuole investire nella crescita della produttività delle imprese del Mezzogiorno.