Delrio in autobus sulla rinnovata “Salerno-Reggio Calabria”. Fitto: un bluff

Il ministro alle infrastrutture e trasporti con il presidente Anas percorre l’autostrada ultimata. Nel pomeriggio anche il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni.

Il coordinamento calabrese di Forza Italia: “sceneggiata alla Mario Merola: ci sono 70 chilometri di deviazioni”. Raffaele Fitto (COR): un bluff.

Dopo quarant’anni è stata completata. Niente più incolonnamenti chilometrici sotto il sole. Deviazioni misteriose, in suggestivi e interminabili “percorsi alternativi”, a scavallo di montagne e fra i boschi. Almeno questo è quanto dovrebbe rappresentare la rinnovata Salerno-Reggio Calabria secondo il presidente Anas Gianni Vittorio Armani.

Nessuna inaugurazione nè tagli di nastri. Nei decenni passati se ne sono visti un po’ troppi lungo i suoi quasi 500 chilometri di tracciato che attraversa tre regioni: Campania, Basilicata e Calabria.

Il ministro Delrio in autobus sulla A3 con il presidente Anas, Armani

Il ministro Delrio in autobus sulla A3 con il presidente Anas, Armani

Stavolta quella che a tutti gli effetti è una “inaugurazione” (ma guai a chiamarla così) è stata più sobria, con il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Del Rio a presentare l’Autostrada con le autorità locali e con il neo presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni ad attendere l’arrivo, a chiusura della giornata a Villa San Giovanni al termine di un lungo viaggio in pullman fatto da Armani e Delrio insieme a un gruppo di giornalisti lungo tutta la A3 in una sorta di conferenza stampa itinerante.

Il pullman ha attraversato il viadotto Italia, fra i più alti in Europa, precorso per primo la Galleria Larìa, l’ultimo grande cantiere dell’A3 (chiuso con un anno di anticipo).

Anas ha previsto un piano di manutenzione che accompagnerà la vita dell’autostrada e che prevederà, come ovunque, cantieri mobili che verranno però chiusi nei momenti di grande esodo.

Ci sono però le voci critiche, in particolare quelle del coordinamento calabrese di Forza Italia, che parla di presa in giro: “Fossimo al 1 aprile penseremmo a un pessimo scherzo ma l’arrivo del premier Gentiloni, del ministro Delrio e del presidente dell’Anas Armani per inaugurare un’autostrada in cui ci sono settanta chilometri di deviazioni è roba da sceneggiata alla Mario Merola”.

Fortemente critico anche il leader dei Conservatori e Riformisti, Raffaele Fitto che scrive su Facebook: “Caro Renzi, l’inaugurazione della Salerno-Reggio Calabria, è l’ennesimo bluff visto l’accantonamento degli ultimi 58 chilometri di tracciato sui 443 totali”.