Beni culturali. In arrivo fondi ministeriali per Melfi, Matera, Grumento e Metaponto

Una foto fornita dal Fai Basilicata mostra il Parco Archeologico a Grumentum Nova (PZ)

Una foto fornita dal Fai Basilicata mostra il Parco Archeologico a Grumentum Nova (PZ)

In arrivo 491 milioni di euro per le cinque regioni del sud (Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia) nel primo Programma Operativo Nazionale (Pon), cofinanziato dai fondi strutturali europei, interamente dedicato alla cultura.

Il Pon diventa da oggi operativo con l’insediamento del Comitato di sorveglianza. Ad annunciarlo il ministro dei Beni Culturali e del Turismo, Dario Franceschini, e il ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio.

I fondi saranno ripartiti tra 360 milioni per la tutela e la valorizzazione di circa 60 grandi Attrattori culturali presenti nelle cinque regioni e circa 114 milioni per le imprese che operano a favore del settore culturale e della fruizione turistico-culturale.

Già pronti almeno 10 progetti da mandare al bando entro il 2015, tra i quali quelli destinati all’area archeologica di Pompei, Ercolano e Stabia, ma anche al museo archeologico nazionale di Reggio Calabria e al complesso di Santa Maria della Giustizia di Taranto.

Nel primo Programma operativo nazionale (Pon), cofinanziato dai fondi strutturali europei, interamente dedicato alla cultura, tra gli altri, sono previsti interventi per il Museo archeologico nazionale di Melfi, per il Polo Museale del Materano e per le aree archeologiche di Grumento e Metaponto. Lo ha reso noto il Ministero dei Beni culturali. In particolare, i fondi per i siti lucani rientrano nei 54 milioni di euro “destinati a interventi con progettazione preliminare”.