Turismo e Territorio. Incontro a Matera sulle prospettive alla luce della candidatura 2019

Palazzo Lanfranchi - MateraMATERA – Il futuro del turismo è oggi, sei preparato? E’ questa la sfida lanciata dal convegno “Territorio e Turismo: istituzioni, intuizioni e imprese in rete” che si terrà lunedì 7 aprile presso Palazzo Lanfranchi a Matera.

Organizzato da Sviluppo Basilicata, Comitato Matera2019 e dal Comune di Matera, l’incontro si pone l’obiettivo di individuare nuovi modelli di turismo in grado di attrarre un target sempre più differenziato di visitatori.

A partire dalle ore 9.00 nella sala Lucania ‘61, Sergio Fadini, responsabile ospitalità Italia dell’Associazione Italiana Turismo Responsabile, e Stefania Clemente, consulente marketing territoriale di Borghi autentici d’Italia, affronteranno il tema della cultura e del turismo culturale fuori dagli standard comuni al fine di puntare su un turismo emozionale ed esperienziale.

Ad aprire i lavori i saluti istituzionali dei padroni di casa: l’Assessore alle Attività produttive e l’Assessore Alla Cultura e Turismo del comune di Matera, Giuseppe Tragni e Alberto Giordano. Moderatori della giornata Emanuele Curti dell’Università degli Studi della Basilicata e Leo Montemurro, segretario regionale della Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa di Basilicata. Montemurro, inoltre, presenterà le opportunità del bando del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo per le reti d’impresa nel turismo. Una sfida da vincere, quella del turismo internazionale a Matera, che si fa forte anche delle conferme ricevute nel corso del 2013 come la celebrazione del ventesimo anno di presenza tra i siti Unesco e l’entrata in short list per concorrere a diventare capitale europea della cultura nel 2019. La candidatura, infatti, potrebbe fare da traino ad un sistema di offerta turistico-culturale innovativo. La strada che sarà proposta nel corso dell’evento, è quella di seguire i movimenti del mercato del turismo.

Il trend che si sta registrando a livello internazionale dimostra come sempre più viaggiatori, discostandosi dai canoni del turismo culturale inteso come sola visita ai monumenti storici, vanno invece alla ricerca di destinazioni uniche in grado di offrire esperienze, sensazioni, sapori, attimi da ricordare. La città di Matera con tutto il suo patrimonio storico e culturale è già in grado di proporre iniziative “emozionali” fuori dagli schemi. L’idea che sarà lanciata nel corso della giornata è quella di investire in un piano di destination marketing sia online che offline, in grado di affermare Matera come luogo di fermento artistico e culturale in cui l’interazione tra turisti e abitanti è facilitata.