Potenza. Comune di Potenza lancia appello alla Regione per i fondi sulla scuola

Il Comune di Potenza

Il Comune di Potenza

POTENZA – Il Comune di Potenza ha rivolto “un forte appello alla Regione” per la “variazione di bilancio di sei milioni di euro”, oppure che prenda “in considerazione la possibilità di stornare parte delle risorse destinate al trasporto pubblico, o ad altri capitoli di bilancio, convogliandole su quello scolastico e sulle altre necessità inerenti all’avvio del nuovo anno, che diventano prioritari”.

Nel corso della seduta della quarta commissione consiliare permanente, il presidente, Pietro Rosa, e l’assessore comunale all’istruzione, Giuseppe Messina, hanno spiegato di “non comprendere perché un diritto legato alla crescita e alla formazione dei nostri ragazzi possa essere negato o messo in discussione per motivi di non urgenza e di non indifferibilità. Giova ricordare che il Comune garantisce rispetto ai ragazzi con disabilità, i servizi di assistenza all’handicap e dell’insegnante di sostegno, per le scuole paritarie e comunali, le figure di assistente alla persona e alla comunicazione per le scuole statali, il tutto per una spesa di 1,3 milioni di euro circa”.

Sono 350 i bambini iscritti alle scuole comunali e 1.500 alle materne e alle primarie statali, e “anche il servizio mensa, la cui fornitura potrebbe non essere ritenuta obbligatoria, lo è diventata in funzione di quanto stabilito dalla normativa nazionale vigente, che ha imposto la costituzione di istituti comprensivi e la contestuale istituzione del tempo pieno”.