Crisi economica, lucani fiduciosi sulla ripresa dopo l’estate

Schermata 2013-08-27 alle 17.32.59I lucani sono un popolo che si piange addosso? E’ un falso mito, a quanto pare. A sfatarlo è un sondaggio commissionato da Confesercenti a Swg in merito agli scenari di crisi economica che attanagliano la regione, in un contesto comunque difficile a livello nazionale.

Ebbene, i risultati rivelano che “la speranza che dalla crisi si possa uscire non abbandona i lucani: più di 6 su 10, infatti, ovvero il 6 al termine della stagione estiva, si augurano di trovare la ripresa economica”.

Come? A tracciarne le vie è Confesercenti: “calo della pressione fiscale su lavoro e consumi e interventi coraggiosi sulla spesa pubblica, affinché questi magri segnali di miglioramento non rappresentino solo una fiammata destinata subito ad affievolirsi, ma l’inizio di una lunga e positiva marcia verso la crescita dell’economia”.

Di qui l’appello al Governo nazionale da parte della confederazione degli esercenti: “c’è bisogno di interventi urgenti per facilitare la tenuta delle aziende, sulle tasse che schiacciano le imprese e sulle regole di mercato per evitare distorsioni della concorrenza, e una maggiore disponibilità di credito per le Pmi e una profonda semplificazione burocratica. Infine è più che mai necessario un alleggerimento della pressione fiscale che grava sui consumi delle famiglie”.