Unioncamere Basilicata: nel 2013 persi 2.000 posti di lavoro

Schermata 2013-08-05 alle 16.56.12POTENZA – Nel 2013 in Basilicata sono stati “persi” circa duemila posti di lavoro.

E’ la stima emersa dai dati del Sistema informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere e ministero del Lavoro. Sono le industrie in provincia di Potenza a registrare i dati peggiori, con 2.620 ingressi rispetto a 4.220 uscite (-3,1%).

Matera e il territorio provinciale registrano invece un saldo negativo di 400 unità (-1,7).

“I trend annuali di Excelsior, purtroppo, ci regalano conferme in negativo – ha spiegato il presidente di Unioncamere Basilicata, Pasquale Lamorte – evidenziando la sofferenza di quegli ambiti più strettamente dipendenti dal mercato interno. E così, ad essere penalizzate sono soprattutto le imprese con meno di dieci dipendenti, l’edilizia, il commercio al dettaglio e il comparto turistico”.

“In questo microcosmo c’è l’immagine della Basilicata – ha concluso Lamorte – che continua ad annaspare, in attesa che il carico burocratico e fiscale si alleggerisca e che vengano varate misure straordinarie. D’altro canto, però, appare sempre più urgente il ricorso all’aggregazione per non perdere ulteriormente quote di competitività. L’agenda politica dovrebbe mettere questo capitolo al primo posto in assoluto, per l’autunno; temo, tuttavia, che la preventivabile ‘paralisi’ in vista delle elezioni Regionali di novembre ci farà perdere ulteriore terreno”.