Risolta la vertenza del Terminal bus di via Don Luigi Sturzo a Matera

L’amministrazione comunale acquisisce l’area e prepara il bando per la gestione

L’Amministrazione comunale di Matera ha finalmente risolto la vertenza relativa alla proprietà dell’area di via Don Luigi Sturzo, dove si trova il nuovo Terminal bus. Con una delibera di Consiglio approvata dalla maggioranza e da parte della minoranza, il Comune ha avviato l’acquisizione di circa 500 metri quadri appartenenti all’Azienda territoriale per l’edilizia residenziale (Ater). Questo passaggio è stato necessario per correggere un errore del 2019, quando l’area non fu correttamente acquisita prima dell’avvio dei lavori per il Terminal.

Il sindaco Domenico Bennardi ha spiegato che il pagamento di un corrispettivo di 4.200 euro concordato con Ater permetterà di formalizzare l’acquisto e pubblicare il bando per la gestione del Terminal. Questo includerà un piccolo bar-biglietteria e bagni pubblici per i numerosi viaggiatori che utilizzano i bus di linea per arrivare in città.

L’intervento di riqualificazione dell’area, precedentemente adibita a parcheggio, è stato realizzato da Invitalia nell’ambito dei Contratti integrati di sviluppo. Il sindaco Bennardi, insieme all’assessore al Patrimonio Angela Mazzone, ha seguito l’intero iter procedurale fino all’accordo con Ater.

«Appena sarà possibile, procederemo senza indugi a pubblicare il bando di gestione della stazione del Terminal, dotato di tutti i servizi essenziali che finora non è stato possibile erogare per questioni burocratiche ereditate dal passato sulla comproprietà dell’area con Ater», ha dichiarato Bennardi. «Tramite procedura di evidenza pubblica, intendiamo affidare in gestione per un periodo duraturo il bar-ristoro con Punto informazioni e i bagni. Ringrazio l’assessore Mazzone e gli uffici per il lavoro delicato di relazioni che ha portato all’accordo con Ater».