Sannicandro, conclusa la 19esima edizione di Radici del Sud: 90 i vini assegnati

A Sannicandro si è conclusa ieri la 19esima edizione di Radici del Sud, l’evento che promuove la produzione enologica del Sud Italia. 90 le etichette premiate

Si è chiusa la 19^ edizione di Radici del Sud, evento che punta i riflettori internazionali sulla produzione vinicola dell’Italia meridionale. Sono stati oltre 800 gli operatori del settore e gli appassionati che hanno partecipato all’evento, tanti quelli che hanno affollato le sale del Castello Normanno Svevo di Sannicandro di Bari in occasione della giornata conclusiva della manifestazione con la 19^ edizione del Salone dei vini e oli del Sud Italia e la grande festa di chiusura. 90 i premi assegnati ai vini vincitori del XIX concorso Radici del Sud, su oltre 300 etichette iscritte alla competizione. Ben 60 i vitigni autoctoni differenti di 7 diverse regioni, 103 le aziende complessivamente partecipanti. Alla premiazione ha fatto seguito l’apertura al pubblico del Salone dei vini e oli del Sud Italia con 100 aziende espositrici e in degustazione centinaia di vini e oli di vitigni e cultivar del meridione. Un progetto che, anno dopo anno, si è evoluto con l’obiettivo di promuovere e valorizzare la produzione vinicola dell’Italia meridionale, come raccontato dall’organizzatore Nicola Campanile, che ha sottolineato l’importanza di raccontare le storie dei tanti produttori che lavorano con passione e degli importanti ospiti internazionali che ogni anno partecipano all’evento. Un’edizione, quella 2024, che proietta la visione verso un ventennale importante, che si svolgerà dal 4 al 9 giugno del 2025.