Gravina in Puglia: mamma e sorella dei fratellini Ciccio e Tore scrivono una lettera

La lettera è stata scritta in occasione del 18esimo anniversario della scomparsa dei fratellini

“Vi ricorderemo come due fratellini uniti, coraggiosi, che con la sola forza dell’amore hanno provato ad aiutarsi l’uno con l’altro, senza pensarci due volte, senza paura, con la sola voglia di farcela. Dimostrandoci come un fratellino possa essere un eroe per l’altro”. Comincia così la lettera firmata da Rosa Carlucci e Filomena Pappalardi, rispettivamente mamma e sorella dei fratellini Ciccio e Tore, scomparsi da Gravina in Puglia il 5 giugno 2006 e ritrovati morti, il 25 febbraio 2008, in una cisterna. La lettera è stata scritta in occasione del 18esimo anniversario della scomparsa. A marzo le due donne hanno chiesto la riapertura delle indagini, nelle quali fu sospettato, e poi scagionato, il padre dei fratelli, Filippo Pappalardi.