“La città che vorrei”: dal 23 al 26 maggio Foggia dice no alle mafie con le proposte culturali

Le arti, i pensieri, l’aggregazione e la cultura per arginare la violenza a Foggia e in Capitanata: è questa la via sulla quale si muove “La Città che vorrei, una bussola per la legalità”, una serie di eventi che dal 23 al 26 maggio coinvolgeranno il centro storico di Foggia, da via Arpi a Borgo Croci. Comune, Università, Conservatorio, Accademia di Belle Arti insieme per arginare la cultura criminale. Non a caso, gli eventi partono il giorno della Strage di Capaci con l’assassinio del Giudice Falcone.