Matera commemora il 32esimo anniversario della strage di Capaci

Cerimonia di piantumazione nel “Giardino della memoria” il 23 maggio

Giovedì 23 maggio, alle ore 12, l’Amministrazione comunale di Matera commemorerà il 32esimo anniversario della strage di Capaci con una cerimonia simbolica nel “Giardino della memoria”, situato nel parco di via IV Novembre. L’evento si inserisce nelle celebrazioni della Giornata nazionale della legalità.

Il “Giardino della memoria” è curato dal Terzo Circolo didattico scuola “Torraca”. La cerimonia vedrà la partecipazione del sindaco Domenico Bennardi, degli assessori Angela Mazzone e Massimiliano Amenta, nonché di rappresentanti delle associazioni e del mondo della scuola. Saranno piantumati due alberelli in memoria delle vittime della strage di Capaci, in cui persero la vita il magistrato antimafia Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e tre uomini della scorta.

Il sindaco Bennardi ha sottolineato l’importanza dell’educazione alla legalità, affermando: «La lotta alla mafia parte dall’educazione sin dai banchi di scuola ai valori della legalità e del contrasto agli elementi culturali, che sono alla base del fenomeno mafioso. Ritengo fondamentale che le giovani generazioni comprendano come la mafia riesce a penetrare in vari modi nella società e nei territori, imparando a riconoscere il danno indescrivibile che essa provoca alla comunità, distruggendo vite, avvelenando con la corruzione le nostre democrazie, inquinando economie e luoghi del potere. La mafia è un fenomeno terribile che può e deve essere sconfitto, come ci ricordava con grande coraggio il giudice Falcone. Educare i giovani, in questa battaglia, è fondamentale, affinché il diritto vinca sempre sul delitto, la civiltà e la democrazia sulla barbarie».

La cerimonia sarà un momento di incontro tra nuove generazioni, istituzioni e cittadinanza, per ricordare una delle pagine più tragiche della storia d’Italia e rinnovare l’impegno nella lotta alla mafia.