Concluso a Matera il forum su innovazione finanziaria e prospettive future

Evento organizzato da Sviluppo Basilicata e Camera di Commercio per discutere i canali di finanziamento per le aziende

Il 16 maggio 2024, presso la Camera di Commercio di Matera, si è svolto il forum “Innovazione Finanziaria – Nuovi Strumenti per Prospettive Future”, organizzato da Sviluppo Basilicata in collaborazione con l’ente camerale. L’evento ha riunito le Finanziarie regionali aderenti all’Anfir, l’associazione nazionale di categoria, per approfondire i canali di finanziamento a disposizione delle aziende per realizzare progetti innovativi.

Tra i relatori principali, il presidente dell’Anfir nazionale, prof. Michele Vietti, ha sottolineato l’importanza del flusso di risorse per il Sud, evidenziando come “il Pnrr e la programmazione comunitaria siano una straordinaria occasione per il Mezzogiorno”. Vietti ha inoltre affermato che “gli incontri come quello di oggi servono a far conoscere alle imprese gli strumenti messi a loro disposizione per fare un uso efficace del supporto finanziario”.

Gabriella Megale, amministratore unico di Sviluppo Basilicata, ha ribadito l’importanza del progetto Inchubatori, volto a informare gli imprenditori sulle innovazioni rilevanti a livello europeo e sugli strumenti per finanziare i loro progetti. “Non basta dire cosa vogliamo fare ma anche come possiamo concretizzare le idee in modo da favorire realmente lo sviluppo del territorio”, ha dichiarato Megale.

Francesco D’Alema, vice presidente di Confindustria Basilicata, ha sottolineato l’importanza del confronto tra il tessuto produttivo e la programmazione europea: “Quello di oggi è un momento prezioso di confronto perché abbiamo tutti gli attori di questo grande processo di innovazione, mettendo in relazione il tessuto produttivo con la programmazione europea, i nuovi bandi e la nuova finanza”.

Infine, Carmelo Campagna, vice presidente di Anfir, ha evidenziato il problema della tempistica nell’erogazione delle risorse, proponendo le Finanziarie regionali come “facilitatore” per velocizzare i finanziamenti previsti fino al 2027.