Matera, procedono i lavori di restauro del teatro “Duni”: probabile consegna per fine 2024

La consegna finale dovrebbe arrivare probabilmente entro la fine di quest’anno. Ad annunciarlo è il sindaco della città dei Sassi, Domenico Bennardi

Si procede spediti con i lavori di adeguamento funzionale e riqualificazione del teatro “Duni” di Matera. Infatti, la consegna finale dovrebbe arrivare probabilmente entro la fine di quest’anno. A darne notizia è il sindaco della città dei Sassi, Domenico Bennardi, in un tour del cantiere riservato agli organi di stampa.

L’attuale stato di conservazione richiede interventi di recupero in tutte le componenti, oltre alla necessità di adeguare l’immobile alle normative in materia di sicurezza strutturale, antincendio, sicurezza in genere e all’ammodernamento delle strumentazioni esistenti per adattare l’edificio, utilizzato in passato quasi esclusivamente come cinema, a luogo per arti performative.

Tra le principali novità, gli addetti ai lavori hanno specificato come la struttura vedrà una leggera riduzione dei posti a sedere, circa 800 quelli previsti, con degli spazi appositi per i diversamente abili. «Stiamo lavorando – ha aggiunto Bennardi ai giornalisti – anche a un bando di co-gestione con i privati, che possa consentire lo svolgimento delle attività e che produca reddito».

Progettato nel 1947 dall’architetto materano Ettore Stella e completato nel 1949, il Duni è una delle due opere materane – con la chiesa del borgo La Martella, progettata da Ludovico Quaroni – a far parte del Docomomo Italia, una associazione per la tutela e la conservazione dell’architettura e dell’urbanistica moderne.

«Stiamo rispettando il cronoprogramma – ha dichiarato l’architetto Luigi Acito, direttore dei lavori – per restituire alla città quel teatro, e con una precisa destinazione d’uso, che è mancato durante il 2019, l’anno da Capitale europea della cultura».