Emergenza Cinghiali a Matera: Sindaco e Presidente della Provincia chiedono azioni immediate alla Regione

Richiesta urgente di un Tavolo tecnico e il completamento del Piano regionale per affrontare la presenza crescente di cinghiali

L’emergenza cinghiali a Matera e nella sua provincia sta assumendo proporzioni preoccupanti. La presenza massiccia di questi animali sta causando seri rischi per cittadini e automobilisti, oltre a ingenti danni a colture e proprietà private. In particolare, nel quartiere “Serra Venerdì” di Matera, i cinghiali sono ormai una presenza costante anche di giorno, spostandosi tra case, parchi e scuole. La situazione pone notevoli rischi per bambini, anziani, adolescenti e adulti, soprattutto a causa della potenziale aggressività degli animali in presenza dei loro cuccioli.

Il sindaco di Matera, Domenico Bennardi, e il presidente della Provincia, Piero Marrese, hanno espresso preoccupazione per questa situazione divenuta insostenibile. Essi hanno sollecitato un intervento immediato, sottolineando l’urgenza di convocare un Tavolo tecnico e politico che includa la Regione competente, la Provincia di Matera, il Comune di Matera e l’Azienda sanitaria materana. Hanno inoltre suggerito l’importanza di coinvolgere associazioni di categoria e venatorie per fare il punto sullo stato dell’arte del piano regionale programmato.

Una delle domande chiave sollevate riguarda il “Piano di prelievo selettivo della specie cinghiale”, un progetto da 3 milioni di euro, il cui stato di avanzamento rimane incerto. Bennardi e Marrese chiedono informazioni su quando e come si potranno vedere ridotti concretamente i cinghiali nelle aree urbane. Comune e Provincia si sono dichiarati pronti a effettuare gli interventi di propria competenza per arginare il problema, ma sottolineano la necessità di un confronto immediato e di azioni coordinate per affrontare efficacemente l’emergenza.