Taxi per disabili, il Comune di Bari conferma voucher

Il sostegno è previsto per tutto l’arco del 2023

Il Comune di Bari ha confermato, per il 2023, il sostegno ai servizi di mobilità rivolti alle persone con disabilità, come già previsto dal piano sociale di zona, con l’aggiunta di una novità. La misura economica, riservata ai cittadini già inseriti nella graduatoria del servizio di trasporto sociale (nel frattempo prorogata in attesa del nuovo avviso), può infatti consistere in un contribuito economico su richiesta o in un voucher cartaceo del servizio taxi, in distribuzione da ieri allo sportello di Segretariato sociale dell’assessorato al Welfare. Per quanto riguarda la prima forma di sostegno, l’assessorato ha predisposto un avviso (disponibile sul sito istituzionale del Comune di Bari) per la raccolta di manifestazioni di interesse rivolta a enti del terzo settore che erogano servizi per la mobilità sostenibile in favore di persone con disabilità, in alternativa al servizio pubblico dei taxi di piazza. Per il consueto servizio taxi, invece, l’assessorato allo Sviluppo economico ha definito, la scorsa settimana, una tabella di tariffe uniche di riferimento, calcolate in base alle distanze chilometriche, per facilitare gli spostamenti in taxi delle persone con disabilità sul territorio cittadino. Il contributo medio annuale pro capite, fissato in relazione alla spesa storica al lordo delle quote di compartecipazione, è commisurato a sette fasce Isee: si va da 5.280 euro, per Isee a zero a tremila euro, a 2.640 per Isee superiore a 40mila euro.