Capodanno a Matera, ospite Gigi D’alessio. In città si discute sul costo totale dell’iniziativa

Costo 330mila euro

La piazza reale e quella virtuale ne parlavano da tempo; poi la conferma ufficiale è arrivata dal palazzo di città di Matera nella tarda mattinata del 16 dicembre: sarà il cantautore napoletano Gigi D’Alessio ad intrattenere la comunità della Città dei Sassi e i turisti nella serata del 31 dicembre per il classico concerto di fine d’anno. Una notizia non nuova ai più, ma che oggi si presenta con i dettagli di una deliberazione della Giunta comunale guidata dal sindaco Bennardi, assunta nel pomeriggio del 15 dicembre alla presenza di tutti gli assessori che la compongono. Il documento è consultabile sull’albo pretorio al fine di conoscere i particolari relativi alle motivazioni, ai soggetti che hanno presentato candidature e alle coperture individuate.
Il luogo scelto per l’evento è quello del parco del castello Tramontano. Inizio dello spettacolo ore 22.30 del 31/12 con ingresso gratuito, ma non mancheranno altri eventi collaterali (fra di essi la performance denominata “Il re degli ignoranti” prevista per il giorno 29, altre esibizioni non ancora ben definite, ma di prossima definizione con artisti locali su un truck itinerante nei quartieri ed anche – come indicato nel comunicato stampa – alcune “passeggiate in città sostenute dal Comune”, da parte dell’artista designato che arriverà a Matera il giorno 29 e che nella Città dei Sassi si tratterà fino al giorno 2 gennaio. Già tanti i commenti in rete, divisi tra quelli dei fan contenti e quelli di coloro che avrebbero preferito altro o nulla per salutare un anno difficile da dimenticare. A far discutere l’impegno di spesa per l’evento che – come si evince dal documento pubblicato – è pari a 330.000 euro Iva inclusa, totalmente finanziato dall’Amministrazione comunale.
Previsto, a parziale copertura dell’importo complessivo, l’impiego di € 80.000,00 del finanziamento regionale riferito al Patrimonio Culturale Intangibile dell’annualità 2022 assegnato al Comune, prenotando poi i restanti € 250.000,00 occorrenti a finanziare il programma di attività con la tassa di soggiorno.
Nel documento si dà inoltre atto che, fuori dalla quotazione di spesa, resterebbe a carico dell’Amministrazione comunale il solo pagamento degli oneri SIAE per tutte le serate interessate, da porre a carico di ulteriori disponibilità di bilancio, al momento in cui se ne avrà la relativa quantificazione da parte degli uffici SIAE competenti.