Nicolino d’Oro, Bari premia sette cittadini che hanno dato lustro alla città

Assegnati sette riconoscimenti a Bari per la 24edizione del ‘Nicolino d’oro’. Tra questi il premio alla ‘memoria’ per Franco Cassano, il sociologo barese scomparso nel 2021. Standing ovation nel momenti del ritiro del premio da parte della moglie Luciana De Fazio.

L’evento, promosso dal circolo ‘Acli-Dalfino, si è tenuto anche quest’anno nell’Aula consiliare, preceduto dalla firma del protocollo che ha istituzionalizzato il Premio.

Come ogni anno premiati cittadini baresi ma non solo che, nell’ambito della propria attività, con passione e idee hanno dato lustro alla città, alla sua storia e alla sua cultura.

Il sindaco Antonio Decaro ha consegnato i riconoscimenti a Silvia Godelli (sezione cultura), Dante Marmone e Tiziana Schiavarelli (baresità), Don Mimmo Minafra (religione), Vincenzo Magistà (informazione), Nicola Vernola (istruzione).

Il premio speciale, per la sezione giustizia, consegnato ad Anna Maria Tosto, già Procuratore Generale di Bari.