Bari ricorda Benny Petrone a 45 anni dall’uccisione

Benedetto Petrone era un militante comunista ed aveva 18 anni quando il 28 novembre 1977 a Bari fu ucciso da una squadraccia fascista. Era con alcuni compagni in piazza Massari quando da un branco di circa 40 neofascisti in cinque si scagliarono contro di loro. Alcuni scapparono, Petrone, avendo problemi di deambulazione, restò indietro e fu raggiunto dagli aggressori. Fu accoltellato mortalmente all’addome.

A 45 anni dall’assassinio, il Comune di Bari ha ricordato Benny Petrone con la deposizione di una corona di fiori nella via a lui dedicata e un mazzo di fiori nei pressi della lapide commemorativa in piazza della Libertà dove avvenne il delitto.
Proprio nei giorni scorsi la Procura di Bari ha chiesto l’archiviazione, per prescrizione, del processo che era stato riaperto nel 2017.