Foggia, emergenza rifiuti in strada. Marrese, presidente WWF Foggia: “La situazione si sta aggravando giorno dopo giorno”

Primi cassonetti dati alle fiamme. I cittadini di Foggia non differenziano più correttamente

Rifiuti di ogni genere, anche ingombranti, lasciati nei pressi dei cassonetti. A Foggia da circa 7 giorni, l’emergenza rifiuti è al limite.e nei giorni scorsi erano stati proprio i cittadini a chiedere la rimozione immediata con cartelli di protesta lasciati sui cassonetti.
Una situazione che in città si ripete periodicamente, ma questa volta,m secondo il WWF della Capitanata, ha davvero raggiunto il limite.

I rifiuti abbandonati rischiano di far scatenare un emergenza sanitaria in quanto sono maleodoranti, perdono liquidi o subiscono incendi e come conseguenza possono causare infezioni o incrementare la popolazione di ratti e scarafaggi.

La richiesta da parte dell’associazione ambientalista è quella di intervenire immediatamente con l’intervento di rimozione da parte dell’esercito e della magistratura per cercare le responsabilità dell’assenza di un servizio costato molti milioni di euro.
C’è poi un ulteriore elemento. I cassonetti stracolmi di rifiuti fanno saltare ogni regola, compromettendo tutto quello che faticosamente è stato fatto per abituare i cittadini a differenziare correttamente, creando un effetto a catena che non fa che peggiorare la situazione in città.