Matera, monta la protesta dei commercianti del Centro storico contro le “domeniche a piedi”

“Purtroppo come immaginavamo, a più di un mese dall’apertura della vertenza con l’Assessore alla Mobilità Urbana del Comune di Matera, Michelangelo Ferrara, con tanto di richieste ufficiali inviate dalle scriventi associazioni, l’effetto dell’Ordinanza sindacale ‘CamminiaAMO la Città-domenica a piedi’ è ancora in atto e nulla è stato disposto per la sua modifica. Pertanto la domenica mattina vige il divieto di transito su gran parte della dorsale viaria del Centro Storico materano, con il sentore che tale azione venga estesa a tutta la giornata e pure al sabato pomeriggio”.

CNA e Confesercenti riportano in una nota congiunta le preoccupazioni dei titolari di attività commerciali ed artigianali che “si sentono abbandonati e calpestati da scelte messe in atto dagli amministratori comunali senza un briciolo di confronto, a priori, con le parti in causa”.

La preoccupazione è condivisa anche dalle stesse associazioni “preoccupate per le modalità di condotta molto spesso adottate dagli amministratori materani” ma  che “non rinunciano alla loro missione di mediazione prima che sia troppo tardi”.

Infatti – riportano nella nota stampa la CNA e Confesercenti, i commercianti ed artigiani di Via Lucana, via Roma, Via XX Settembre, Via Persio, Via Stigliani, Via Cappelluti, via Passarelli e molti altri con attività ubicate altrove si stanno aggiungendo alla protesta che così rischia di trasformarsi in malcontento perché, “ci risulta, anche molti cittadini informati sulla questione la stanno condividendo, rischiando di trasformarla in un’azione politica contro il governo Bennardi”.

Di qui l’invito all’Amministrazione Comunale affinchè riceva una delegazione di operatori economici quanto prima, con l’intermediazione delle associazioni di categoria, per evitare che forme di malcontento propaghino, offuscando la solarità di una Città, agli occhi dei turisti, nelle prossime settimane estive.