San Nicola a Bari, tornano street food e bancarelle: 168 domande giunte in Comune per il bando

Dopo le restrizioni Covid di questi anni saranno allestite nuovamente le zone dedicate al cibo e all’artigianato

Sono in tutto 168 le domande pervenute al Comune di Bari per la concessione temporanea dei posteggi nell’ambito della sagra di San Nicola 2022, in programma dal 6 al 9 maggio prossimi a Bari.

Ad oggi sono giunte 147 istanze per assegnazione di spazi per la vendita di prodotti non alimentari, d’artigianato, dell’enogastronomia pugliese o per paninoteche mobili, come fast food, friggitorie e street food, e 21 domande di postazioni dedicate agli operatori ambulanti del settore alimentare che negli anni scorsi hanno conseguito regolare licenza.

“Finalmente gli operatori della sagra di San Nicola, – ha dichiarato l’assessora allo Sviluppo economico Carla Palone – potranno tornare a lavorare. Dopo due anni di fermo abbiamo deciso di offrire questa possibilità agli ambulanti e di garantire ai cittadini e ai visitatori della festa questo appuntamento, tipico della nostra tradizione popolare. La nostra sagra è un importante indotto economico per la città e come tale vogliamo supportarla.

Le zone/tratti di lungomare interessati dalla manifestazione e gli stalli da assegnare riguardano il tratto Imperatore Augusto, in particolare tra il Margherita e Santa Scolastica, nonché via Genovese (lato giardino Carofiglio).
“Anche quest’anno – ha concluso la Palone – saranno presenti quegli operatori che nel corso degli anni hanno deciso di affrontare un percorso di legalità attraverso l’acquisizione di una licenza che permettesse loro di lavorare legalmente e in serenità. Non mancheranno neanche i controlli su questo fronte che saranno rigorosi sia sui posteggi assegnati, nelle zone previste dal bando, sia sulla qualità dei prodotti offerti”.