Giornata nazionale contro bullismo e cyberbullismo: “Prevenire e denunciare l’emergenza educativa anche in Basilicata”

Non sia una semplice ricorrenza, bisogna intervenire su questa emergenza educativa, alimentata durante il Covid. E’ quanto afferma l’associazione lucana “Il Cielo nella stanza”, in occasione del 7 febbraio: giornata nazionale contro bullismo e cyberbullismo.

Il 7 febbraio ricorre la giornata nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo, piaga che dall’infanzia all’adolescenza coinvolge sempre più vittime e carnefici, ancora oggi non pienamente consapevoli.
Tra i giovani, i dati nazionali vedono un 61% di vittime di violenza, il 68% ha assistito a simili episodi, il 44,57 delle ragazze denuncia il forte disagio nel ricevere on line commenti non graditi di carattere sessuale. In Basilicata, dal 2016 opera l’associazione Il Cielo nella stanza, mediante monitoraggi ed esperti – tra gli altri, formatori e psicoterapeuti – soprattutto incontri per sensibilizzare famiglie e scuole, prima dell’epoca Covid svolti in presenza ed oggi mai così necessari.

L’associazione ha chiesto ai genitori di verificare i messaggi che arrivano sui cellulari dei figli, non per invadere la loro privacy ma per proteggerli, e ai ragazzi di farsi avanti per denunciare i loro problemi.