Ex Ilva, presidio in prefettura contro il decreto Milleproroghe che destina altrove i fondi per le bonifiche dello stabilimento

Ancora viva la polemica intorno al decreto Milleproroghe, attraverso cui i 575 milioni di euro sequestrati alla famiglia Riva e destinati alle bonifiche delle aree inquinate dello stabilimento ex Ilva sono invece stati dirottati ai lavori di adeguamento ambientale e sanitario dello stabilimento.

Proseguono quindi anche le proteste e nelle scorse ore l’Usb insieme ad alcuni rappresentanti di Pd, M5S e Forza Italia hanno lanciato il loro appello in un presidio che si è svolto davanti alla prefettura di Taranto.

Parole forti da parte dei rappresentanti dell’Usb che accusano il Governo di malafede. Durante il tavolo sul futuro dello stabilimento convocato prima di Natale, dicono, non è mai stata fatta menzione dello spostamento delle risorse che, a loro parere, non verranno utilizzati per la decarbonizzazione ma per accrescere ancora le casse di Acciaierie d’Italia.