Bennardi: Matera vince bando per realizzare un grande parco urbano

“Il 2022 inizia con una buona notizia. Matera ha vinto il bando ministeriale sulla rigenerazione urbana che assegna al comune 12.650.000 per un grande parco urbano, il “parco del campo” con spazi sportivi interrati, aree verdi e parcheggi nel cuore della città. Un ringraziamento all’allora assessora Graziella Corti e a tutto il settore”.

Così il sindaco di Matera, Domenico Bennardi ha annunciato sui Social la prima buona notizia del 2022: “E’ stato un anno molto impegnativo e faticoso, il virus ci ha consumato e rallentato, ogni tanto penso a quante cose avremmo potuto fare tutti, istituzioni comprese, senza il covid. La macchina comunale è da rinforzare e stiamo assumendo più rapidamente possibile e nel rispetto delle procedure, finalmente abbiamo due agronomi in organico, da ieri un ingegnere informatico ma penso ai tanti giovani che l’amministrazione ha contribuito a formare ed è costretta a lasciare per l’assenza di una adeguata programmazione”.

Bennardi ha poi passato in rassegna le diverse opere che impegneranno ancora l’amministrazione così come quelle già in fase di avanzamento.

“Il piano del verde approvato e il bando triennale di manutenzione del verde potranno fare la differenza nei prossimi anni, il regolamento urbanistico ha finalmente visto la luce a Matera e ora stiamo lavorando duramente per il piano strutturale e il PUMS sulla mobilità sostenibile, questa città era priva di regole urbane da troppo tempo. Abbiamo corso come i matti per approntare entro dicembre gli atti che ci permetteranno di avviare i grandi cantieri di Piazza Visitazione, il restauro del Duni e la nuova Torraca. Abbiamo ottenuto 15 milioni di euro per Agna Le Piane Cappuccini col bando PINQuA. E poi tante piccole grandi cose, come aver aperto le casse di Giuliana al portale turistico materawelcome, alla programmazione degli eventi culturali, il piano sociale di zona e i prossimi mesi vedranno attiva la Casa del Cinema, la Casa delle Tecnologie e tante cose a cui stiamo lavorando. Si poteva fare di più, certo, molto di più, ma è quello che la situazione ha permesso di fare, con il supporto prezioso di tutti gli assessori, presenti e passati, tutti i consiglieri comunali e tutti i dipendenti, un grande grazie va a tutti loro. Ricordo quando nelle campagne screening ero coi miei consiglieri a dare una mano al XXI Settembre. Quante risorse e quanto tempo ci ha tolto la pandemia, ma non è mai stato tempo sprecato quello investito per la salute e la prevenzione. Un grazie di cuore a tutto il personale sanitario professionale e volontario, ai volontari della protezione civile e a tutte le forze dell’ordine impegnate”.

“Sicuramente” commenta il sindaco di Matera “è stato un anno anche di errori, un anno in cui l’esperienza ha generato valore per me e tutti noi, c’è tantissimo ancora da fare in questa città, ma potremo farlo con il concorso di tutti e tutte le istituzioni. Un esempio, non potevamo (ancora) ripristinare la fontana che ci hanno lasciato rotta nella rotatoria di via XX Settembre. L’abbiamo abbellita con orchidee. Si può creare bellezza con poco. Ognuno deve fare la propria parte, ognuno ha la propria orchidea da poter piantare”.

“Sono molto orgoglioso dei tanti cittadini che si stanno rimboccando le maniche per la differenziata (che dovrà migliorare con la tariffa puntuale), e in particolare dei giovani e degli studenti che coi loro insegnanti riaffermano con passione e forza i valori della tolleranza e dei diritti civili. John Fitzgerald Kennedy ci invitava non solo a immaginare un mondo migliore ma a prendere direttamente parte al cambiamento. Ognuno può fare tanto, nel suo piccolo. Ricordo le parole di Papa Francesco, abbiate il coraggio di amare, senza stare seduti nelle lamentele. Sono d’accordo a metà, servono anche le critiche come quello che faccio anche io a livelli superiori, se costruttive e volte a segnalare una criticità”.

“Buon anno a tutti, ma proprio a tutti, buona ripartenza, buona piantumazione”.