Teatro Petruzzelli, l’avvocato Amenduni scrive a Decaro dopo l’annullamento dell’incontro con la famiglia Messeni Nemagna

Si sarebbe dovuto svolgere oggi l’incontro tra il sindaco di Bari Antonio Decaro e la famiglia Messeni Nemagna, proprietaria del teatro Petruzzelli. Dopo l’annullamento da parte del primo cittadino, oggi ha scritto una lettera l’avvocato Amenduni.

Dopo la decisione del sindaco di Bari Antonio Decaro di annullare l’incontro con la famiglia Messeni Nemagna, proprietaria del teatro Petruzzelli secondo la sentenza della Corte di Appello di Bari, a scrivere al primo cittadino è Ascanio Amenduni, il legale della famiglia.
L’incontro si sarebbe dovuto svolgere in queste ore, ma Decaro ha poi fatto retromarcia dopo il venir meno, secondo lui, delle condizioni che lo avevano spinto a chiedere un confronto.
L’avvocato ha annunciato che tutelerà nelle sedi competenti la propria immagine professionale dalle recenti affermazioni pretestuose e sproporzionate fatte nei suoi confronti dal sindaco. Inoltre, ha ribadito la volontà della famiglia Messeni Nemagna di voler partecipare all’incontro fissato da Decaro e poi disdettato. “Non è giusto – ha detto – sacrificare sull’altare di questo conflitto personale gli interessi pubblici e privati delle parti”.
Il legale ritiene che dalle sue dichiarazioni alla stampa, definite dal sindaco come provocazioni, prove muscolari, giochi al rialzo, emergesse in realtà solo l’aspirazione conciliativa della famiglia proprietaria.
“La invito a scindere il suo personale risentimento nei miei confronti dall’esercizio dei suoi compiti istituzionali” ha scritto Amenduni a Decaro, aggiungendo che un “sindaco del suo riconosciuto spessore non può far saltare un incontro così delicato” per “una ‘indignazione’ così priva di fondamento”.