Taranto, visita di Mons. Filippo Santoro per la Giornata Internazionale del Volontariato

Il primo dicembre si celebrerà la 36esima Giornata Internazionale del Volontariato

Una giornata dedicata agli altri, promossa dal Centro Servizi Volontariato di Taranto. In occasione del primo dicembre, 36^ Giornata Internazionale del Volontariato, l’associazione della citta’ ionica, in collaborazione con l’Università degli Studi di Bari Aldo Moro e con il patrocinio dell’Assessore al Welfare, Politiche di benessere sociale e pari opportunità, Programmazione sociale ed integrazione socio-sanitaria della Regione Puglia, ha organizzato una iniziativa per celebrare l’impegno quotidiano dei volontari e dei risultati raggiunti durante questo lungo periodo emergenziale.

L’importanza dell’azione del volontariato sul territorio sara’ sottolineata dalla ormai tradizionale visita dell’Arcivescovo Metropolita di Taranto, Mons. Filippo Santoro.
Si ripartira’ ancora una volta dai giovani. A loro innanzitutto e’ rivolto l’invito “Agire il presente per costruire il futuro!”
La giornata prevede infatti il pieno coinvolgimento degli studenti, con la partecipazione degli alunni degli istituti scolastici secondari di secondo grado di Taranto e provincia, da sempre protagonisti di iniziative del CSV Taranto come il progetto “Giovani in Volo.” Saranno loro i protagonisti del ricco programma di iniziative, grazie anche all’organizzazione di volontariato Dedalo, con seminari, laboratori, testimonianze, per porre ancora una volta l’attenzione sull’importanza di adoperarsi tutti insieme per il benessere delle comunità locali e globali.

La Giornata del Volontariato sarà anche il primo momento di raccolta delle storie dei volontari: nel pomeriggio sarà, infatti, allestito un corner per la registrazione. La raccolta poi continuerà attraverso una call che il CSV Taranto lancerà alle organizzazioni. A seguire il CSV Taranto presenterà “Prima di domani”, progetto pensato quando lo scorso anno la pandemia ha posto tanti limiti, in particolare nelle possibilità di incontrarsi, di costruire relazioni con la progettazione di un audio webdoc per dare voce al volontariato del territorio, perché – si legge nella nota diffusa dagli organizzatori – possa “contaminare” la comunità per costruire un futuro migliore … prima di domani.