Milite ignoto, a Matera due giornate di racconti e riflessioni

Il 5 e 6 novembre al Mulino Alvino l’omaggio ai caduti della Grande Guerra

Nell’ambito del progetto “Milite Ignoto cittadino d’Italia”, l’Amministrazione comunale ha preparato un programma di iniziative attraverso le quali rendere omaggio al “fante senza nome” in occasione del centenario della traslazione della salma nel Sacello dell’Altare della Patria.

Nella giornata di domani, venerdì 5 novembre, alle ore 10,30 nella sala conferenze del Mulino Alvino si svolgerà l’incontro pubblico “I dimenticati della Grande Guerra”, per raccontare la Prima Guerra Mondiale attraverso la musica, con l’intervento di alcuni alunni del liceo musicale “Tommaso Stigliani” ed il canto dell’inno di Mameli a cura dei bambini dell’istituto comprensivo “Enrico Fermi” guidati dal maestro Cuscianna. Oltre ai saluti istituzionali, sono previsti gli interventi di Angela Mazzone e del consigliere comunale Gianfranco Losignore. L’incontro sarà moderato dal presidente della Commissione Cultura, Nicola Stifano.

Nel pomeriggio, alle ore 15,30, l’arcivescovo di Matera Irsina, Giuseppe Caiazzo, celebrerà una messa all’interno della cappella militare del cimitero di via IV Novembre.

Sabato 6 novembre, alle ore 10,00 presso il Mulino Alvino, si terrà la conferenza “IV Novembre: memoria e presente. Dal primo conflitto ai giorni nostri, le imprese che hanno fatto la storia”. L’iniziativa prevede una carrellata storica con la proiezione di video-testimonianze dei soldati italiani reduci dalle due Guerre Mondiali e dalle missioni svolte dalle Forze Armate in Italia e all’estero. Prenderanno parte anche gli alunni dell’istituto “Enrico Fermi” che eseguiranno l’inno nazionale. Interverranno il generale Domenico D’Aria e lo storico Giovanni Caserta.

Al Milite Ignoto il Consiglio comunale ha concesso la cittadinanza onoraria, su proposta dell’Anci e su invito del Gruppo delle Medaglie d’Oro al valor Militare d’Italia.