Mottola ricorda don Domenico Ludovico, scomparso 23 anni fa

A 23 anni dalla sua scomparsa, Mottola ha ricordato don Domenico Ludovico, scomparso prematuramente a soli 51 anni a causa di un’infezione dopo un trapianto di polmone.

Sacerdote al servizio della gente e dedito alla sua comunità. Mottola, la città dove trascorse gli ultimi anni di vita, ha voluto ricordarlo così. Nacque a Castellaneta nel 1947 ed entrò in seminario a soli 11 anni. Trasferito poi a Bari e a Molfetta, arrivò a Mottola come parroco della Beata Vergine Maria del Carmelo dove rimase per undici anni. Poi, fino al 1998, fu sacerdote nella chiesa Matrice Santa Maria Assunta.
In occasione delle celebrazioni, a Mottola è arrivato anche l’Arcivescovo di Taranto, Mons. Filippo Santoro, che di don Domenico fu compagno di corso in seminario.
Le due parrocchie della cittadina nel Tarantino dove don Domenico fu sacerdote hanno promosso una serie di iniziative per ricordarlo e far conoscere la sua figura alle nuove generazioni. Musiche, canti e preghiere per quattro giornate a lui dedicate e a cui hanno partecipato anche i suoi familiari.

Cristina Mastrangelo