Scuola, riunione in Prefettura a Bari: i presidi chiedono piu’ autonomia rispetto alle misure indicate dal piano

Monitoraggio a ottobre per verificare l’efficacia dei doppi turni di ingresso nelle scuole dell’area metropolitana di Bari

Doppi turni per la ripartenza della scuola: ne hanno discusso ieri sera a Bari il prefetto Bellomo e una rappresentanza dei presidi della citta’ metropolitana, che chiedono maggiore autonomia rispetto al piano previsto. 

Nei primi dieci giorni di ottobre sarà effettuato un monitoraggio “per verificare l’efficacia” dei doppi turni di ingresso nelle scuole dell’area metropolitana di Bari, “anche in considerazione dell’utilizzo dei mezzi di
trasporto da parte degli studenti”. E’ quanto proposto dalla prefetta di Bari, Antonia Bellomo, che nelle scorse ore ha incontrato una delegazione di dirigenti scolastici contrari ai doppi turni, con ingressi scaglionati per il
75% degli studenti alle 8:00 e il restante 25% alle 9:40.
La prefetta ha sottolineato che “il documento, non esclude, per il futuro – si legge in una nota della Prefettura -, una verifica e una rimodulazione anche in relazione ai singoli casi.
Il documento operativo risponde a un atto di prudenza sanitaria per consentire agli studenti, ma anche alla cittadinanza, di muoversi in sicurezza”.
Tra le proposte avanzate dai presidi c’è “la possibilità di riconoscere maggiore autonomia alle scuole rispetto alle misure indicate nel piano, in relazione alla percentuale di pendolarismo, al tipo di utenza e alla disponibilità dei mezzi di trasporto”.
Nella precedente riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica è stato inoltre condiviso con i rappresentanti del comune di Bari e della polizia locale un piano di vigilanza per evitare assembramenti, in prossimita’ degli istituti scolastici di ogni ordine e grado della città metropolitana.